Cerca nel blog

9.3 La NASA non affronta le accuse

Questa sezione è ancora in lavorazione: mancano le illustrazioni, le note e molto altro. Per leggerla in versione illustrata, scaricate il PDF del libro. E se volete incoraggiarmi a proseguire la lavorazione, valutate una donazione. Grazie!


IN BREVE: Niente affatto: ha anzi pubblicato parecchio materiale sull’argomento. Tuttavia ha dichiarato di non volerne produrre altro, per non regalare dignità a un insieme di tesi che la comunità scientifica ritiene ridicolo. La NASA preferisce lasciare ad altri il compito di ribattere alle singole presunte prove di messinscena.


IN DETTAGLIO: C’è chi insinua che la NASA abbia qualcosa da nascondere perché non affronta direttamente il dibattito con i sostenitori delle tesi di messinscena e non pubblica delle smentite alle loro presunte prove.

In realtà la NASA ha pubblicato smentite piuttosto dettagliate. Dopo la messa in onda del documentario di Fox TV Did We Land on the Moon? nel 2001, aggiunse varie pagine di risposta al proprio sito Web partendo da materiale già pubblicato nel 1977.

Ma c’è un limite all’investimento che la NASA intende fare per ribattere ai dubbi e alle argomentazioni lunacomplottiste. Nel 2002, in risposta al documentario di Fox TV, che aveva dato nuova apparente autorevolezza alle tesi alternative, la NASA stanziò 15.000 dollari a questo scopo e incaricò James Oberg, ingegnere aerospaziale e storico delle missioni spaziali, di scrivere un libro apposito, orientato principalmente agli insegnanti e agli studenti.

Il progetto fu annullato poco dopo, in seguito alle polemiche nei media che accusavano la NASA di conferire dignità a tesi demenziali. “Cercare di fornire una risposta mirata a queste cose non fa altro che dare credibilità a qualcosa che è, di fatto, asinesco”, dichiarò a novembre 2002 Sean O’Keefe, direttore della NASA. Oberg annunciò l’intenzione di proseguire il progetto comunque, usando finanziamenti di altra provenienza, ma finora non risulta che quest’intenzione abbia portato a una pubblicazione specifica sull’argomento.

Da allora la diffusione crescente di Internet ha permesso a molti appassionati ed esperti di rispondere alle tesi di messinscena nei propri siti. La bibliografia di questo libro ne elenca alcuni dei più popolari nelle varie lingue. Di conseguenza, una replica diretta da parte della NASA è diventata sostanzialmente superflua: la vera risposta è costituita dalla pubblicazione della vastissima documentazione che attesta la realtà degli sbarchi lunari.