Cerca nel blog

4.3.3 Ralph René

Ralph René (1933-2008), un autodidatta senza alcuna preparazione formale in astronautica, pubblicò nel 1994 il libro autoprodotto NASA Mooned America!, che divenne rapidamente assai popolare fra i sostenitori delle tesi di complotto, portando René ad essere intervistato da varie reti televisive (per esempio History Channel, National Geographic, Fox TV).

La copertina di NASA Mooned America! (1994).


Questo scrittore fu presentato come “fisico” e come “autore/scienziato” nel documentario Did We Land on the Moon? di Fox TV (2001), ma dichiarò nella propria biografia online di non avere alcun titolo accademico (“he did not finish college and is, therefore, without ‘proper academic credentials.’”) e di ritenersi un ex consulente della NASA solo perché una volta una sua idea era stata pubblicata in un libro promozionale dell’ente spaziale statunitense sul tema delle missioni umane verso Marte:

... the Rand Corporation contacted him pleading for contributions of free inventions or thoughts relating to space for NASA. Two years later he received from the superintendent a free, full sized, thick, glossy page, full color NASA propaganda document. To his complete surprise he found his name printed in the middle of page A-51. To deserve this questionable honor, at least one of his ideas had to pass three sequential screening committees.

ralphrene.com/biography.html (2008),
archiviato presso Archive.org

Secondo gli scritti di René, il valore ufficiale di pi greco è falso (quello vero, a suo dire, è esattamente 3,146264), la teoria della relatività di Einstein non è valida e la legge di gravitazione universale di Newton è in errore.*

* Gaddy’s Pi, ralphrene.com/circle_squared.html (2008), archiviato presso Archive.org; The Last Skeptic of Science (libro, 1988).

Nonostante queste premesse poco affidabili, o forse proprio grazie ad esse, le sue tesi riguardanti le missioni Apollo continuano tuttora ad essere diffuse dai media e su Internet.