Cerca nel blog

16.2.2 AS-203 (“Apollo 2”)

Questa sezione è ancora in lavorazione: mancano le illustrazioni, le note e molto altro. Per leggerla in versione illustrata, scaricate il PDF del libro. E se volete incoraggiarmi a proseguire la lavorazione, valutate una donazione. Grazie!


Equipaggio: non previsto.

Vettore: Saturn IB.

LM: non previsto.

Orbita lunare: non prevista.

Nomi di CM e LM: non previsti (volo privo di CM e LM).

Data d’inizio e fine: 5/7/1966.

Data e ora di allunaggio: non previsto.

Luogo di allunaggio: non previsto.

Numero di escursioni lunari: nessuna prevista.

Durata della missione: 6 ore e 20 minuti.

Durata della permanenza sulla Luna: non prevista.

Foto scattate: nessuna. Furono effettuate riprese TV e cinematografiche automatiche a bordo per osservare il comportamento dell’idrogeno nei serbatoi.

Quantità di rocce raccolte: raccolta non prevista.

Uso del Rover: non previsto.

Note: Questo volo fu effettuato fuori sequenza: era previsto inizialmente come terzo lancio del vettore Saturn IB ma fu anticipato a causa di un ritardo nell’approntamento del secondo lancio pianificato.

Il lancio collaudò il comportamento dell’Instrument Unit e dello stadio S-IVB, in particolare dei suoi sistemi di assestamento del propellente, durante il volo in assenza di peso. Fu il primo volo orbitale di uno stadio S-IVB.

Il vettore non portò in orbita un veicolo Apollo, che fu sostituito da una carenatura aerodinamica. Uno degli scopi primari di questo volo fu il collaudo del sistema di sfiato continuo dell’idrogeno liquido dello stadio S-IVB, la cui spinta leggera ma costante risultò sufficiente, come atteso, ad assestare l’idrogeno nei serbatoi. Senza questo assestamento, in assenza di peso l’idrogeno avrebbe subìto uno sciabordio che avrebbe impedito un’alimentazione stabile al motore. Questo era un requisito fondamentale per consentire la riaccensione del motore J-2 dello stadio S-IVB durante un volo verso la Luna.