Cerca nel blog

12.2 Se proprio volete discutere

Questa sezione è ancora in lavorazione: mancano le illustrazioni, le note e molto altro. Per leggerla in versione illustrata, scaricate il PDF del libro. E se volete incoraggiarmi a proseguire la lavorazione, valutate una donazione. Grazie!


Se decidete che volete imbarcarvi in una discussione sul cospirazionismo lunare, è forse opportuno qualche consiglio tattico preliminare.

  • Uno dei modi più efficaci per mettere in crisi un lunacomplottista è chiedergli risposte tecnicamente documentate (cioè che citino fonti tecniche precise) alle seguenti domande senza cadere in contraddizione. Non accettate frasi come “lo sanno tutti che...”: chiedete fonti e documenti che comprovino le sue affermazioni. Senza documenti o dimostrazioni, le sue argomentazioni sono aria fritta.
  • Spesso il lunacomplottista ricorrerà all’attacco personale, chiedendovi se siete ingegneri aerospaziali o avete lauree specialistiche o altre credenziali che vi diano autorevolezza nel discutere della materia. Se le avete, ditelo. In ogni caso, mettete in chiaro che le vostre competenze individuali sono irrilevanti, perché la realtà degli sbarchi sulla Luna ha il supporto dell’intera comunità tecnica e scientifica. Poi chiedete al lunacomplottista quali credenziali o supporti autorevoli ha lui. Non ne avrà.
  • Non consentite cambi d’argomento: sono una tattica abituale. Siate serenamente inamovibili: avete fatto una domanda, avete diritto a una risposta. Ripetete la domanda, se è stata elusa, e sottolineate il fatto che il lunacomplottista ha tentato di eluderla. Se alla fine il lunacomplottista tenta un “Sì, ma...”, non mancate di far notare che quel “Sì” è un’ammissione di torto (e quindi, positivamente, di accordo) sullo specifico argomento.
  • Non impantanatevi in discussioni sugli aspetti minuziosamente tecnici delle missioni lunari: non chiariscono affatto la questione per chi non è esperto. I complottisti amano insistere su dettagli insignificanti. Non controbattete con altri dettagli tecnici, ma rispondete chiedendo “E quindi?” in modo che il lunacomplottista debba spiegare perché il dettaglio tecnico sul quale sta elucubrando è così importante. Di solito non ci riuscirà, ma questo riporterà la discussione su temi più generali e comprensibili.
  • Ricordate che il modo migliore per far vedere quant’è ridicolo il lunacomplottismo è lasciar parlare un lunacomplottista.

Buon divertimento.