Cerca nel blog

13.1 La pausa di Aldrin sulla scaletta

Questa sezione è ancora in lavorazione: mancano le illustrazioni, le note e molto altro. Per leggerla in versione illustrata, scaricate il PDF del libro. E se volete incoraggiarmi a proseguire la lavorazione, valutate una donazione. Grazie!


Per decenni, molti di coloro che videro in diretta le immagini della prima passeggiata sul suolo lunare o che le rividero e le studiarono dopo l’evento si sono chiesti come mai Buzz Aldrin fece una lunga pausa a metà della scaletta (Figura 13-1) prima di scendere e poi raggiungere il suo compagno Neil Armstrong.

Paura? Momentaneo stordimento dovuto al movimento in un ambiente non ristretto e con gravità ridotta? Pausa di raccoglimento spirituale? Nulla di tutto questo. Nel magnifico documentario del 2007 In the Shadow of the Moon, a 69 minuti dall’inizio, Aldrin spiega la natura di quella pausa misteriosa.

Secondo il piano di volo, dovevamo fermarci 10-15 secondi alla base della scaletta e tenerci al bordo della zampa d’allunaggio, limitandoci a controllare la nostra stabilità, eccetera. Decisi di approfittare di quell’intervallo per... uh... per occuparmi di una funzione corporale, riempiendo un po’ il sacchetto per l’urina, per non dovermene preoccupare dopo. Ognuno ha i suoi primati lunari, e questo non me l’ha conteso nessuno.