Cerca nel blog

16.2.19 Skylab

Questa sezione è ancora in lavorazione: mancano le illustrazioni, le note e molto altro. Per leggerla in versione illustrata, scaricate il PDF del libro. E se volete incoraggiarmi a proseguire la lavorazione, valutate una donazione. Grazie!


Tre missioni Apollo, lanciate fra il 1973 e il 1974, volarono usando moduli di comando e servizio Apollo e vettori Saturn IB per raggiungere Skylab, la prima stazione spaziale statunitense, orbitante intorno alla Terra, ricavata da uno stadio S-IVB e lanciata senza equipaggio da un Saturn V il 14 maggio 1973 nella missione Skylab 1.

Questi voli stabilirono record di durata progressivi per gli equipaggi, ciascuno composto da tre astronauti:

  • Skylab 2 (25/5/1973-22/6/1973, 28 giorni): Pete Conrad, Paul Weitz, Joe Kerwin.
  • Skylab 3 (28/7/1973-25/9/1973, 59 giorni): Alan Bean, Jack Lousma, Owen Garriott.
  • Skylab 4 (16/11/1973-8/2/1974, 84 giorni): Gerald Carr, William Pogue, Ed Gibson.

Il laboratorio spaziale subì danni ingenti durante il decollo, perdendo uno dei suoi pannelli solari. Le temperature a bordo salirono a oltre 50 gradi e fu necessario rinviare il lancio del primo equipaggio mentre la NASA preparava procedure d’emergenza per salvare la stazione.

Conrad, Weitz e Kerwin riuscirono a riparare Skylab con una serie di rischiose attività extraveicolari e portarono a termine vari esperimenti. Gli equipaggi successivi ampliarono la raccolta di dati scientifici riguardanti la Terra, il Sole e lo spazio. L’equipaggio dell’ultima missione, Skylab 4, fu protagonista di un vero e proprio ammutinamento indotto dall’eccessivo carico di lavoro imposto dalla NASA.